ANNO SCOLASTICO 2022/2023

MUSICA E INTEGRAZIONE PER I PIÙ PICCOLI
Educazione all’ascolto musicale nelle Scuole dell’infanzia del Comune di Milano
Il Progetto intende sensibilizzare sull’importanza della musica e dell’ascolto come strumento di integrazione sociale nelle scuole dell’Infanzia del Comune di Milano.
Formando insegnanti e bambini sul tema della musica nella quotidianità scolastica e portando la musica dal vivo nelle scuole dell’Infanzia grazie all’esperienza di professionisti, atelieristi musicali, pedagogisti e musicisti del Conservatorio.

L’ITALIA RISORGE: MUSICA E LIBERTÀ

Dopo il lungo periodo di formazione didattica a distanza a cui siamo stati costretti dalla pandemia sociale, Diamo il La sta mettendo a punto, insieme con alcune prestigiose istituzioni culturali milanesi, un progetto di ripartenza capace di coinvolgere i bimbi della Scuole dell’Infanzia, e anche ragazzi di maggiore età scolare, in un percorso di musica e storia di forte valenza simbolica.
In collaborazione con l’Istituto Lombardo di Storia Contemporanea, il Conservatorio Giuseppe Verdi e Piano City nasce L’Italia risorge. Musica e Libertà. Focus del progetto, tre momenti musicali fondanti della nostra identità nazionale: Bella Ciao, l’Inno di Mameli, Va Pensiero, Il Piave. Quattro percorsi da far scoprire in parallelo tra storia e musica, declinandoli a secondo della fascia d’età.
Bella Ciao, rivolto a una Scuola dell’infanzia, L’Inno di Mameli a una scuola del primo ciclo, Va Pensiero a una scuola superiore. La leggenda del Piave, di Giovanni Ermete Gaeta, canzone popolarissima tra i soldati della Grande Guerra, che venne tra l’altro eseguita il 4 novembre 1921 all’inaugurazione del monumento al milite ignoto, al Vittoriano di Roma, verrà cantata dai ragazzi delle voci bianche del Conservatorio, insieme ad altri canti storici. Tutte le scuole faranno parte di un unico plesso scolastico così da poter riunire le esperienze formative in un momento finale.
Bella Ciao è di fatto l’Inno della nostra Resistenza, su cui si è fondata la nostra Repubblica. L’inno di Mameli, nostro collante nazionale, è un capitolo tutto da esplorare: tutti sanno canticchiarlo, ma pochi conoscono il significato del testo. Prendere coscienza delle parole è il passo fondamentale per scoprire le nostre radici, il valore fondante di alcune parole come patria, fratellanza, unità, solidarietà. Va Pensiero infine è diventato una sorta di secondo Inno, popolare e amatissimo da tutti.
Centro di questo percorso la formazione di Cori: uno dei piccoli della Scuola dell’Infanzia sotto la guida del team di formatori e musicisti di Diamo il La affiancati da docenti di Storia indicati dall’Istituto Lombardo e allievi del Conservatorio, il secondo e il terzo pensato per i più grandi, sempre con i Docenti di Storia dell’Istituto Lombardo, docenti e musicisti del Conservatorio di Milano. Tre esplorazioni a diverso livello su un tema comune. Momento conclusivo, l’incontro tra i Cori, quello dei piccoli, dei medi e dei grandi, in un evento musicale da tenersi al Conservatorio il 25 aprile, aperto non solo ai genitori e educatori ma anche la città. Con l’impegno che Cori continuino a vivere anche dopo la conclusione del progetto, diventando punto di riferimento per i giovani, occasione festosa di incontro di fratelli e sorelle dell’Italia multiculturale e multietnica di oggi.

Tenendo conto dell’emergenza sanitaria non ancora risolta, Diamo il La si impegna a mettere in atto il programma base, musicale e storico, in tutte le 7 nuove Scuole dell’Infanzia in cui opera quest’anno scolastico. Quindi, se le condizioni lo consentiranno si inizierà in primavera, all’aperto, le lezioni di coro che nel frattempo verranno introdotte con dei video dal maestro del coro di Voci Bianche del Conservatorio. La formazione “dal vivo” in particolare, per quest’anno, avrà il suo focus nella scuola di Porta Vigentina 15 e via Dandolo 5 dove ci saranno sette incontri di due ore ciascuno con un nostro atelierista che lavorerà con le insegnanti sui testi e la musica di Bella Ciao, sulle tecniche vocali e i criteri per la realizzazione di un coro di bambini. In questo lavoro verrà affiancata da un docente dell’Istituto Lombardo di Storia Contemporanea, più un intervento di un allievo musicista del Conservatorio.

In un’altra scuola, quella di via Decorati al valore civile n. 14, sempre all’insegna di Musica e Libertà ma stavolta in collaborazione con Piano City, gli stessi temi verranno declinati attraverso il pianoforte in una serie di incontri con docenti selezionati da Piano City e affiancati dai nostri atelieristi. Anche in questo caso, per le date di Piano City, 21-22 maggio, si prevede un evento musicale da tenersi nel giardino della scuola coinvolta allargato ai genitori e al quartiere.
Infine, il 3 marzo al Conservatorio, Simone Gramaglia, viola del Quartetto di Cremona insieme con il Quartetto Eos dedicheranno a Diamo il La una mattinata per raccontare “Bella Ciao” attraverso gli archi di un quartetto, e illustrare ai bimbi i vari strumenti con una serie di giochi, indovinelli musicali, per coinvolgere i bambini a creare un gruppo e fare musica insieme. Sempre con Gramaglia e il Quartetto Eos, a maggio, ci sarà una mattina di musica all’aperto con i bambini di tutte le scuole, i loro genitori e educatori.

 

I partner storici di Diamo il La